Incendiata l’auto di un giocatore dell’Orotelli Calcio. Choc in società, chiesto il rinvio della gara con la Tonarese

Incendiata l’auto di un giocatore dell’Orotelli Calcio. Choc in società, chiesto il rinvio della gara con la Tonarese

1 Dicembre 2016 Off Di Redazione GuilcerSport 3

Una notizia che non avremo mai voluto dare, ma la cronaca la impone. A un giocatore dell’Orotelli è stata incendiata l’auto nel corso dell’allenamento di ieri. Conseguentemente a questo grave episodio a società orotellese ha chiesto alla FIGC il rinvio della gara di domenica con la Tonarese, valida per il campionato di 2a Categoria Girone H, lo stesso in cui militano le formazioni del Guilcer.

Per completezza di informazione pubblichiamo una nota della ASD Orrolese.

“Ieri è morto lo sport a Orotelli. Abbiamo iniziato a raccontarvi di un pallone tagliato a metà, del furto di un pezzo di prolunga elettrica e di altri episodi di balentia che fanno anche pena. Ieri sera i balentes o i coglioni si sono spinti oltre. Ieri sera alle 20.00 durante l’allenamento della squadra è stata incendiata la macchina di un nostro caro ragazzo, un ragazzo di fuori che ha deciso di passare con noi la stagione calcistica 16/17 integrandosi perfettamente con il nostro gruppo, un bravo ragazzo che dal suo paese viaggiava a Orotelli per fare quello che più gli piace, giocare a calcio e divertirsi. Ci stava riuscendo benissimo al di là delle sconfitte. Fino a ieri naturalmente, quando qualche ben pensante ha appiccato il fuoco alla sua macchina (anzi della madre). Questo gesto non ha ferito solo la squadra, questo gesto ha colpito tutta la comunità di Orotelli. Perché noi di Orotelli non siamo abituati a trattare così i forestieri che vengono a giocare a lavorare o semplicemente a farsi un giro. Noi dell’ASD Orotelli siamo vicini al nostro Antonio e faremo il possibile affinché lui rimanga con noi e non ci abbandoni perché sarebbe come sconfiggerci due volte. Abbiamo fatto richiesta alla Figc per saltare la partita di questa settimana con la Tonarese, ci sembra il minimo”.