Calcio 2a Categoria Girone I. Paulese, un grande gruppo e la sconfitta assomiglia a una vittoria

Calcio 2a Categoria Girone I. Paulese, un grande gruppo e la sconfitta assomiglia a una vittoria

15 Marzo 2017 Off Di Redazione GuilcerSport 2

Domenica riprende il campionato di 2a Categoria Girone I, ma a Paulilatino non si è ancora spenta l’eco della gara persa per 1-0 in casa contro la capolista San Marco Cabras che grazie a questo successo ha allungato a +4 sulla Paulese saldamente al 2° posto. Dirigenti, giocatori e tifosi, hanno voluto esprimere sui social il loro rammarico per il risultato, ma anche la soddisfazione per come la squadra e il paese hanno affrontato e gestito il match che valeva una stagione. Fra tante, abbiamo voluto scegliere le sensazioni provate da tre giocatori importanti della squadra che domenica hanno fatto una grande gara. Ecco nell’ordine il pensiero di Danilo Colombo, Giovanni Saba e Piero Sciolla. Pubblichiamo integralmente senza filtri e correzioni. Spontanee come erano.

DANILO COLOMBO
“Purtroppo non è andata come tutti speravamo anche se ce l’abbiamo messa tutta..grazie a tutti quanti voi siete stati fantastici?, sempre forza gialloblù ??”.

GIOVANNI SABA
“A un pubblico così gli si può dire soltanto “grazie” nonostante tutto ???”

PIERO SCIOLLA

Ho giocato tanto a calcio, ho avuto tante belle emozioni, vittorie sconfitte qualche gioia bella e brutta, ma non avevo mai sentito tante persone fare un coro per me due addirittura, c’erano tutti una grande famiglia una cosa sola, e sognare di correre la sotto per gioire con voi e stato un mio, un nostro desiderio inespresse, l’unica cosa sicura e che da quando indosso questa maglia per la gente i tifosi i compagni i dirigenti il bel posto in cui sono capitato, questa maglia la suderei anche per arrivare ultimo è perdere tutte le partite perché quando ti innamori anche se va male a volte ci si ama comunque, mi dispiace non aver vinto ma sono sicuro che correro’ felice con i miei compagni sotto quella gradinata piena che incita i nostri nomi! Grazie di averci fatto sentire importanti”

Foto del servizio di Claudia Altana