Pallavolo Serie B2 Femminile. Ariete poco concentrata cede ancora in casa per 0-3

Non riesce nell’intento di fare punti l’Ariete Mareblù Oristano nella 14a giornata di B2 femminile. In casa contro l’Eldis Volley Labìco poteva sicuramente aspirare al risultato, ma in campo è mancata ancora una volta la dose di determinazione per imporsi e ha subito una sconfitta per 3-0.

Le assenze di Sara Aritzu(oramai stagione finita per il centrale titolare, che dovrà sottoporsi a operazione per la rottura del crociato) e di Cristina Nonnis(la spalla è in recupero ma non può rischiare come sabato scorso di compromettere la guarigione completa) si sentono e lasciano poco spazio al tecnico Locci nelle scelte. Le giovani Tessari e Perilli si sono ritrovate a dover gestire intere partite, senza avere maturato esperienze meno impegnative in termini di durata e difficoltà.

E pensare che era una squadra, quella ospite, decisamente alla portata, con un organico di giovani(’94-’99) e due sole giocatrici di punta, l’opposta Caputo, che è stata chiamata poco in causa perchè in recupero da un infortunio, e la schiacciatrice Martelli, 42 enne e decisamente non più in forma fisica ma determinante grazie alla sua lunga esperienza anche in A1(una coppa Cev tra i traguardi più importanti).

Una squadra neo promossa con tante giocatrici alle prime esperienze anche con le trasferte oltre mare, come ha dichiarato l’allenatore Luigi Russo: “per queste ragazze non è stato semplice affrontare la trasferta, nei primi 2 set ho avvertito molto nervosismo, sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, e c’è stato molto equilibrio almeno nei primi 2 set.”

La partita ancora una volta sono stati gli errori a determinare le sorti delle due squadre, nel 1° set 12 commessi da Labìco e 13 dall’Ariete, set che è terminato ai vantaggi 24-26.
Le ragazze di Locci sono partite bene, con un vantaggio di 9-5 ma poi hanno perso il ritmo e si sono ritrovate a dover recuperare di un paio di punti sino alla fine.

Nel 2° set ancora l’Ariete che conduce, 9-6, 13-9, 17-11 e da questo momento, sulla battuta insidiosa(per tutta la gara) della Droghei, si rifanno sotto 17-16. Poi ancora Ariete avanti 19-16 e il recupero fino al 19 pari che diventa 20-21, 22-24 e si chiude 23-25(errori 9 per Labico, 12 per Ariete)

3a frazione desolante, Ariete con i remi in barca senza più lucidità, ancora in sofferenza sulla battuta della Droghei, che con un turno di 8 servizi toglie le illusioni di recupero, dal 7-9 si passa infatti al 7-18, con errori in ricezione e in attacco che presagiscono un finale in discesa per le laziali, 11-25 e 3 punti d’oro per loro.

Il campionato ancora è lungo, la classifica non condanna ancora nessuno, lo stesso Russo è convinto che i giochi siano ancora da fare, anche se questi tre punti per la sua squadra valgono doppio: “il campionato, tolte le prime 4 che sono davvero squadre superiori, è molto equilibrato, bastano un paio di vittorie o di sconfitte e si rimescola tutto, noi puntiamo alla salvezza, ma non sarà facile, tutto da giocare insomma”.

Prossima gara a Roma contro il Monterotondo, sabato 4 Febbraio.
20 punti in classifica per le padrone di casa che sono seste in classifica e all’andata si imposero per 3-1.

Santina Raschiotti