I “Mister” del Guilcer: Giovannino Mura del Norbello

I “Mister” del Guilcer: Giovannino Mura del Norbello

1 Ottobre 2016 Off Di Redazione GuilcerSport 2

Alla vigilia dell’esordio casalingo con l’Aidomaggiorese nel primo derby del Guilcer della stagione, incontriamo Giovannino Mura tecnico del Norbello. Con lui facciamo una chiaccherata a 360 gradi sulla sua squadra e il campionato di 2a, ma affrontiamo anche temi più generali del calcio regionale e del territorio. Prima dell’intervista vediamo però in una piccola scheda chi è Giovannino Mura.

Ghilarzese doc, 50 anni, per 4 stagioni ha guidato nel campionato regionale la formazione Juniores dell’U.S.Ghilarza. successivamente è passato al campionato di 3a categoria allenando la Polisportiva Tadasuni. Ed ancora 2 campionati di 2a Categoria sempre a Tadasuni.

Ritorno a Ghilarza per allenare nel Campionato Regionale Allievi. Trasferimento a Norbello in 3a Categoria e dopo aver vinto il campionato in 2a Categoria. Lo scorso campionato in 2a Categoria con la NGS Paulese e in questa stagione ritorno a Norbello.

Prima domanda un giudizio sul lavoro dei gironi e sulla riforma dello scorso anno con la scomparsa della Terza Categoria…

“Finalmente dopo lunga e penosa malattia i gironi ed il calendario è stato partorito dagli Autorevoli SCIENZIATI della FIGC SARDEGNA. La serietà dei nostri dirigenti ha toccato questa stagione il culmine, con note informative sui gironi fatte circolare prima del comunicato ufficiale che successivamente veniva modificato, sembra, per soddisfare le esigenze di “Cortes apertas” in un non meglio identificato comune dell’isola. Piu’ in generale, la prima considerazione da farsi è che la nuova formula senza la terza categoria non va. Si badi bene è stata voluta dalle Società, in prima battuta quelle della ex 3a Categoria che votarono a favore, avvallata da quelle della ex 2a, che per la maggior parte non parteciparono neanche alla assemblea che decise di mettere fine al campionato di “2a Categoria”. Questa riforma ha mostrato tutti i suoi limiti nonché i suoi effetti tossici per il calcio dilettantistico della nostra regione e nel dettaglio:

1) circa 30 società non si sono iscritte ai campionati;
2) esagerato ed ingiustificato incremento della tassa di iscrizione;
3) azzeramento dei meriti sportivi e dei risultati ottenuti sul campo antecedenti la riforma;
4) ulteriore impoverimento tecnico;
5) perdita di numerosi atleti a favore dei campionati over ed aziendali;
6) fuga di soci e dirigenti dalle società;
7) campionati strutturati con una sola promozione scarsamente motivanti;
8) categoria inadatta alla crescita dei più giovani;
9) impossibilità di accesso al calcio per il mero divertimento sportivo”.

Parliamo di cose più interessanti ed attuali. Come giudichi lo stato di salute del calcio del Guilcer dall’Eccellenza alla 2a categoria?

“Da ghilarzese è un piacere veder giocare la squadra giallorossa in Eccellenza, composta da giovani bravi ed in continua crescita nonché grandi di sicuro valore ed esperienza. Complimenti al neo Mister, al Presidente Salvatore Fadda, che tanti bocconi amari è costretto talvolta ad ingurgitare, come si dice chi ben comincia e già a metà dell’opera quindi forza Ragazzi.
I cugini di Abbasanta in mezzo a tante difficoltà ripartono con nuove ambizioni in 1a Categoria. Una nuova conduzione tecnica, con un attento sguardo da parte del patron Dessì al bilancio ed al rilancio dei giocatori della zona.

Forti anche delle certezze scaturite dal campionato trascorso, con un gruppo di atleti che in questi due anni è progressivamente maturato grazie all’ottimo lavoro svolto dal dimissionario Mister Attene.
In 2a Categoria la Paulese riparte con rinnovato entusiasmo, si è mossa in anticipo ingaggiando un allenatore di alto profilo che conosce già la piazza. I giocatori arrivati sono tutti elementi di grande livello tecnico per la 2a categoria, ma per vincere, sarà fondamentale l’apporto di tutto il gruppo dei ragazzi riconfermati.
L’Aidomaggiore di Mister Tanda dopo il rodaggio della passata stagione, si propone con una rosa ampliata con l’ingaggio di uomini di spessore per la categoria. Su tutti Francesco Piras e la ciliegina sulla torta Mirco Pinna.
La società del Presidentissimo Savino Miscali, Tadasuni, è forse la squadra che si è rinnovata più di tutte sposando il progetto di integrazione socio-sportiva del decano Mister Lello Medde. State certi che così come a Bonarcado anche a Tadasuni il Mister riuscirà nell’intento di allestire una squadra ben organizzata”.

E il tuo Norbello?

“Abbiamo lavorato bene in preparazione di un girone tutto da scoprire. La nota piu’ positiva per ora grazie al lavoro svolto da chi mi ha preceduto, e’ stata quella di trovare in rosa un buon numero di giovani locali.
Per ora solo un appello a tutti i norbellesi: seguiteci, dateci fiducia e venite a sostenerci”.

Grazie a Mister Giovannino Mura per la collaborazione e in bocca al lupo a lui e al Norbello per un grande campionato.