Chicco Angius “riparte” da Samugheo: “il calcio mi ha aiutato a farcela nei momenti più duri”

Chicco Angius “riparte” da Samugheo: “il calcio mi ha aiutato a farcela nei momenti più duri”

24 Agosto 2016 Off Di Redazione GuilcerSport 2

Due anni fa avevamo tutti trepidato per lui. Il mondo del calcio dilettanti era “sceso in campo” compatto per Federico Angius, centrocampista offensivo di Villaurbana, allora in forza al Fonni, che in seguito ad un incidente stradale rimase per qualche tempo fra la vita e la morte a Sassari. Ne venne fuori pian piano, grazie al gran lavoro dei medici e all’aiuto morale e all’affetto dei familiari, di tanti amici e sportivi che trepidarono e fecero il tifo per lui.

Ora ne parla serenamente ma non deve essere stato semplice riprendere esattamente da dove era rimasto.
“L’incidente mi ha causato grossi danni fisici, dice Federico, e all’inizio non credevo di poter riprendere a giocare di nuovo vista la gravità della cosa. Piano piano però mi sono reso conto che con il duro lavoro e una fisioterapia costante e ben seguita ho ripreso a fare quello che più mi piaceva. Dopo 8 mesi ho fatto la prima partita ufficiale . Ringrazio l’Istituto Santa Maria Bambina, lo staff della palestra kinesport, Angelo Dore e tutti i dottori di Sassari che mi hanno rimesso in piedi (sono troppi). Per molti il calcio è solo uno dei tanti sport praticati, si fa serio Chicco, per chi lo ama come me invece è una ragione di vita che ti aiuta a superare i momenti più duri, soprattutto per merito di tutte le amicizie strette in questi anni che pratico calcio e che mi sono state davvero vicine in quest’anno difficile”.

Dopo la parentesi con l’Oristanese, che ha militato fra l’altro nel Ghilarza, Fonni e Santa Giusta, approda quest’ anno al Samugheo di Gianni Serra che disputerà il girone C della Prima Categoria. Per GuilcerSport, Angius fa una disamina del torneo che inizierà il 2 ottobre.

Abbasanta:
squadra quadrata che in casa si farà valere, l’ho sfidata tante volte ed è sempre stata una battaglia.
Oristanese:
ha cambiato molto rispetto all’anno scorso però con l’arrivo di Cuccu e con qualche buon acquisto possono fare un gran torneo, il presidente Paulis è una garanzia.

U.S. Arborea:
la strafavorita. Ha perso pedine importanti come Saba e Manca ma sul mercato sono intervenuti prendendo giocatori esperti di livello come Peddoni, costella, Sanna e Cossu reduce da un ottimo campionato, Sono la Juventus del girone!

Cr Arborea:
vengono da un ottimo campionato di seconda e possiedono molti giocatori esperti che lo conoscono benissimo, sarà un bel derby con l’US.

Ovodda:
l anno scorso hanno sfiorato l’impresa di vincere il girone. Hanno cambiato molto però il loro campo è sempre ostico.

Freccia Mogoro:
nella scorsa stagione mi impressionarono molto perché fecero una grossa partita in casa nostra dimostrando un gran bel calcio. Sono ragazzi che giocano insieme da una vita.

Atletico Cabras:
squadra nuova da ricostruire ma conosco bene l’ambiente e avranno tanto entusiasmo da vendere, magari partendo dai giovani.

Santa Giusta:
gran campionato lo scorso anno dimostrando di poter dar fastidio alle prime della classe, hanno lo zoccolo duro della Tharros che arrivó seconda due anni fa. Da tenere d’occhio.

Tramatza:
vincitrice del girone di Seconda lo scorso anno, si appresta a disputare un campionato dal profilo alto avendo giocatori importanti come Dessì, Manca Simone e l’acquisto più importante non solo per la squadra ma pure per il paese: Pietro Manca! Senza dimenticare mister Sau.

Ruinas:
squadra neopromossa che ha stravinto il proprio girone, punta a raggiungere una salvezza tranquilla. Si sono mossi molto bene nel mercato acquistando Musu e altri giocatori utili alla causa. Campo non facile.

Samugheo:

non conosco bene tutti i miei nuovi compagni però la società ha fatto acquisti importanti come Patta, Didier e Matzuzzi, confermando buona parte del gruppo dello scorso anno. Cercheremo di fare un campionato tranquillo e toglierci delle belle soddisfazioni per noi e soprattutto per il paese. Sicuramente venire a Samugheo non sarà una gita per nessuno!

Aritzo:
ogni volta che ci ho giocato contro avevano sempre la squadra strutturata per vincere il campionato e spesso ci sono riusciti, chissà quest’anno…

Siddi:
matricola che conosco molto poco, ma avranno la voglia di dimostrare che meritano la categoria.

Sedilo:
stesso discorso del Siddi. Tanta voglia di ben figurare con una squadra tutta fatta in casa e con alcuni giocatori di ottimo livello come Crobu, Muscau e Poi.

Allai:
I nostri “cugini” sono una squadra imprevedibile e capace di dar filo da torcere a tutti. Gli arrivi di Maniglio e del mister-giocatore Luca Carta danno spessore ed esperienza ad una squadra già buona.

Grazie a Federico per la collaborazione e in bocca al lupo per il campionato.