CALCIO: IL GHILARZA RINUNCIA AL RICORSO PER LA GARA ORISTANESE FINITA IN RISSA, MA NON PARTECIPA ALLA SECONDA FASE DEL TORNEO JUNIORES REGIONALE

CALCIO: IL GHILARZA RINUNCIA AL RICORSO PER LA GARA ORISTANESE FINITA IN RISSA, MA NON PARTECIPA ALLA SECONDA FASE DEL TORNEO JUNIORES REGIONALE

4 Marzo 2016 Off Di Redazione GuilcerSport 2

Il consiglio direttivo dell’Unione Sportiva Ghilarza calcio, ha deciso di non presentare alcun reclamo avverso le decisioni del giudice sportivo in merito alla gara Oristanese Ghilarza del campionato Juniores Regionale del 27 febbraio scorso. Annunciando inoltre la non partecipazione alla seconda fase del torneo interprovinciale che inizierà il 12 marzo. Il club ghilarzese ha deciso di non prendere parte alla coda del campionato per poter dedicare tutte le attenzioni da parte dei giovani alla prima squadra, che insegue i play off in Eccellenza, e la salvezza nel torneo regionale Allievi.

“Sono delle decisioni che abbiamo ben ponderato, afferma il Presidente Salvatore Fadda, al termine di un fine settimana difficile dopo la brutta conclusione della gara della Juniores. Ad Arborea infatti siamo stati penalizzati dal termine anticipato della gara nel momento finale. Per tutta risposta dopo Il danno la beffa. Secondo il giudice sportivo, letto il referto dell’arbitro, la partita si è conclusa regolarmente omologando il risultato, squalificando il portiere Carta e il difensore Medde per due gare. I fatti, continua il presidente, sono molto diversi e noi ci sentiamo fortemente danneggiati da questa decisione.
Sul risultato di 1-0 per gli oristanesi, a cinque minuti dal termine dell’incontro nel corso del nostro maggior sforzo finale, un attaccante di casa ha commesso un fallaccio sul portiere Andrea Carta in uscita. A quel punto mentre il numero uno del Ghilarza faceva notare verbalmente e in modo energico all’autore del fallo la gravità dell’intervento, si accendeva una lite verbale anche tra altri giocatori di entrambe le squadre. Sarebbe finito tutto li se dalla panchina oristanese non fosse entrato in campo un giocatore rimasto in panchina dopo la sostituzione, che colpiva da dietro con colpi di arti marziali alcuni giocatori giallorossi. A quel punto, purtroppo, scoppiava una rissa generale e che l’arbitro non ha saputo gestire. Il direttore di gara Lorenzo Argiolas di Oristano, fra lo stupore dei nostri atleti, vere vittime della situazione creatasi, espelleva il portiere Carta e fischiava la fine dell’incontro senza mai aver ripreso il gioco. La nostra è una società seria che in 50 anni di affiliazione alla FIGC non ha mai voluto e chiesto favoritismi, conclude Fadda, esige solo il rispetto delle regole da chi è deputato a farlo. Solo la ripetizione della gara poteva essere una decisione equa e saggia nel rispetto dello Sport. Prendiamo atto che si è deciso il contrario”.

L’ arbitro secondo la dirigenza del Ghilarza ha infatti commesso almeno due errori tecnici. Intanto non poteva far terminare la gara senza un portiere, ed inoltre mancavano ancora 2 minuti di gioco sui 5 segnalati.

Lo stesso arbitro davanti a tutti ha poi letteralmente detto: “Cosa continuo una partita dove tutti si stanno picchiando”, frase detta davanti ai commissari.

Con queste premesse tutti si aspettavano la ripetizione della gara, ma il risultato è stato omologato e l’Oristanese va avanti nelle fasi finali del torneo ai danni appunto degli uomini di Angelo Puggioni.

Nella foto la squadra del Ghilarza schierata prima della gara di andata del play off Juniores con l’Oristanese.