Calcio Eccellenza/La parola ai protagonisti: Antonio Mattiello difensore del Bosa.

Calcio Eccellenza/La parola ai protagonisti: Antonio Mattiello difensore del Bosa.

10 Agosto 2016 Off Di Redazione GuilcerSport 2

E’ certamente uno dei giocatori più rappresentativi del Bosa 2016/17 ma anche dell’intero campionato di Eccellenza Regionale. Grazie alla sua personalità ed esperienza, Mattiello ha contribuito notevolmente alla scalata della formazione planargese, che ha conquistato la promozione nel massimo torneo regionale dopo una stagione davvero positiva, culminata anche con la vittoria della Coppa Italia di Promozione e l’accesso alla Supercoppa regionale, persa poi con il Ghilarza al campo Italia.

Anche in Eccellenza sarà sicuramente l’uomo in più dei bosani di mister Carboni che puntano a una salvezza tranquilla.
Antonio Mattiello ha 31 anni difensore, anche se ha iniziato come centrocampista. Cresciuto nel settore giovanile del Bosa, per poi passare alla Torres dove ha disputato 3 campionati nella Primavera. Va fuori dall’ isola per due anni a Monterotondo, nel Lazio, in Serie D, per rientrare poi in Sardegna e giocare con Tempio, Alghero, Nuorese, Castiadas, Taloro, Usinese, Ploaghe e naturalmente Bosa.

Dal suo punto privilegiato di osservazione vede così il nuovo e impegnativo campionato di Eccellenza.

BOSA:
noi saremo la mina vagante del torneo, una squadra fatta in casa con un gruppo ormai amalgamato da anni e spinti da tutto il paese.

ATLETICO URI:
ha confermato la squadra dell’ anno scorso, ha preso Ivan Cirinà, un ottimo tecnico, e con gli innesti di Luca Carboni e Chelo sicuramente lotteranno per vincere.

TERGU:
stanno proseguendo la strada intrapresa lo scorso campionato: la conferma di Falchi e l’acquisto di Cherchi permetterà ai tanti giovani di crescere.

VALLEDORIA:
sicuramente allestiranno una squadra competitiva per disputare un buon campionato.

ILVAMADDALENA :
hanno risolto i problemi societari e ora sistemeranno la squadra. Se dovessero confermare gli stessi dell anno scorso sarà dura affrontarli.

BUDONI:
ho solo sentito della conferma del mister Cerbone, ma alla fine allestiranno una squadra che sicuramente sarà al vertice del campionato.

GHILARZA:
dall’ anno scorso sicuramente hanno ridimensionato , ma le conferme di Frongia e Stocchino le permetterà di fare un ottimo campionato.

TALORO:
Pinna, Mele e il ritorno di Marchi permetteranno ai nuovi di inserirsi in una delle migliori realtà del calcio sardo. Affrontarli soprattutto in casa sarà veramente dura.

TONARA:
la conferma della squadra dello scorso anno, il ritorno di Pili e l’acquisto di Mesina, consentirà al Tonara di fare un bel campionato.

ORROLESE:
nonostante le partenze dei giocatori dello scorso anno , la società ha allestito una squadra che starà tra le prime del campionato.

TORTOLÌ:
una campagna acquisti davvero importante; presi giocatori tra i migliori del panorama calcistico sardo e la conferma di Marco Nieddu. Sicuramente sarà tra le favorite.

CASTIADAS:
altra squadra allestita per la vittoria del campionato. Se la giocherà fino alle fine con le altre concorrenti.

MONASTIR:
hanno confermato alcuni grandi dello scorso campionato prendendo Rais e Todde. Sono sicuro che faranno bene.

LA PALMA MONTE URPINU:
con gli acquisti di Porcu e Farci, due giocatori di categoria superiore, non potranno che fare un campionato importante.

FERRINI:
non conosco molto della squadra cagliaritana, ripartiranno sicuramente dalla base dell’ anno scorso che le ha permesso di disputare un gran campionato.

CALANGIANUS:
hanno allestito una squadra importante, con gli acquisti di Pulina e Urgias, credo che lotteranno per le prime posizioni” .

Grazie ad Antonio Mattiello ed in bocca al lupo per il suo campionato e quello del Bosa.