Calcio Eccellenza. Rudellat fa le carte al torneo: Nuorese e Carbonia ammazzeranno il campionato? 

Calcio Eccellenza. Rudellat fa le carte al torneo: Nuorese e Carbonia ammazzeranno il campionato? 

9 Settembre 2019 Off Di Link GuilcerSport

Prende il via Domenica prossima 15 settembre il campionato di Eccellenza Regionale.

L’anteprima della Coppa Italia è servita alle squadre per affinare la preparazione e mettere a punto schemi e tattiche, anche se sempre con un occhio al risultato.

Proviamo ora a fare le carte al prossimo campionato ipotizzando la griglia di partenza sulla base della campagna acquisti e sulla base delle ambizioni societarie.
In prima fila parte la Nuorese del nuovo presidente Maurizio Soddu. Dopo le sette stagioni del presidente Artedino a Nuoro si è voltato pagina, ma il blasone dei verdazzurri impone di puntare a” salto di categoria per ritrovare quella Serie D persa due stagioni fa. Nuova la società, nuovo il tecnico, Antonio Prastaro, nuovo il Direttore Tecnico, Gianluca Peddio e organico praticamente rivoluzionato: così la Nuorese punta al vertice per cancellare anche la delusione della passata stagione quando chiuse il campionato in terza posizione e venne superata nei playoff dal Sorso.
Subito alle spalle della Nuorese il Carbonia che torna in Eccellenza dopo tante stagioni grazie alla fusione con il Samassi. Anche i minerari hanno fatto le cose in grande allestendo un organico di rilievo e possono puntare sul rinnovato di una piazza che vuole tornare a sognare.
A ridosso delle due grandi si può collocare l’Atletico Uri. Forte di una società solida l’Uri ha iniziato per tempo, confermando gran parte della squadra della passata stagione e il tecnico Salaris. Sono poi arrivati giovani di spessore e l’Uri sarà certamente avversario ostico per chiunque punti al salto di categoria.

LE SORPRESE
Come sempre il torneo di Eccellenza Regionale riserva sorprese e il Ghilarza potrebbe essere una di queste. I giallorossi hanno confermato lo staff tecnico, larga parte dell’organico e potranno contare su Alessandro Pusceddu, giocatore che in questa categoria può davvero fare la differenza. Il calore dei tifosi e la voglia di emergere del Ghilarza potranno poi essere armi vincenti.
Festeggia i primi 20 anni in Eccellenza il Taloro che da sempre ci ha abituato ad essere protagonista. Per i rossoblu ci sarà da superare lo scoglio della mancanza del campo gavoese, dove sono in corso i lavori di rifacimento. Un handicap di non poco conto che il Taloro potrà superare anche grazie all’apporto della sua tifoseria, certamente la più calorosa del campionato.

LE ALTRE


Difficile pronosticare  oggi cosa potrà accadere in questa stagione. Sulla carta Arbus e Guspini possono puntare alla zona playoff. Ci sono matricole che possono mettere i bastoni fra le ruote alle formazioni di maggiore lignaggio come l’Ossese di Giuseppe Cantara, ma anche formazioni come il Bosa che già nella passata stagione ha regalato ai suoi sostenitori positive sorprese. La Palma, Ferrini, San Marco, Monastir e Porto Rotondo puntano alla salvezza e quindi dovranno trovare al più presto la giusta chimica e cercare da subito punti.  Abbiamo lasciato per ultimo il Castiadas che potrebbe essere una delle favorite per il successo finale. L’11 del Sarrabus, dopo la retrocessione dalla serie D, ha rivoluzionato tutto, tecnico e giocatori, e oggi appare come una incognita tutta da scoprire. Viste però le ambizioni della società non si può non considerare il Castiadas fra le grandi del torneo, anche se l’ultima parola, come sempre, sarà il campo a fornirla.
Intanto prepariamoci a gustare la nuova stagione del massimo torneo regionale, con la speranza che ci regali bel gioco e divertimento e magari anche qualche giovane in grado di spiccare il salto verso il calcio che conta.

A tutti, tecnici, giocatori, dirigenti, arbitri e tifosi, l’augurio per una stagione felice e ricca di soddisfazioni.

Pietro Rudellat