Calcio 1a Categoria Girone C: allarme rosso Atletico Cabras ancora a 0 punti

Calcio 1a Categoria Girone C: allarme rosso Atletico Cabras ancora a 0 punti

24 Ottobre 2016 Off Di Redazione GuilcerSport 2

Nuovo ko per l’Atletico Cabras nel Girone C di 1a Categoria. I gialloneri di Mister Casula, impegnati nell’anticipo contro la Polisportiva Gennargentu Desulo, deludono nel 1° tempo, quando vanno sotto per 2-0 in seguito ad alcuni errori difensivi.

Sotto di 2 goal la squadra reagisce col cuore e mette alle corde gli ospiti, ma fallisce alcune ghiotte occasioni da rete.

Nella ripresa, un arbitraggio non all’altezza e la distribuzione dei cartellini favorisce il gioco molto agonistico degli ospiti penalizzando l’Atletico, che vede Capitan Deiola e D. Sanna espulsi per doppio giallo. Sempre una svista del direttore di gara, che non ferma il gioco per un fuorigioco evidente, porta al 3° goal ospite nel finale di partita.

SPANU SUBITO TITOLARE – Mister Casula deve fare di necessità virtù viste le assenze di Mancosu per infortunio e le condizioni non ottimali di Atzori e Cera. Davanti al portiere Mirai è confermata la linea difensiva di Mogoro, con Zucca a destra, Meli a sinistra e D. Sanna e Battolu centrali.

A centrocampo con Deiola ci sono Vacca e Solinas, mentre in attacco Floris è la punta centrale, con Spanu ala destra e Poddi ala sinistra.

Gli ospiti devono dal canto loro fare a meno dei 3 squalificati dopo la sospensione della gara con il Santa Giusta, e si affidano davanti al fiuto del goal di Mastromarino.

GENNARGENTU SPRINT, SBLOCCA PISU
Partenza a mille della Gennargentu Desulo, che già al 1° potrebbe andare in vantaggio: in contropiede Milia sfonda sulla sinistra dell’area giallonera e calcia in porta: Mirai respinge, poi sul secondo tentativo del numero 10 biancoverde è Meli a salvare in modo provvidenziale sulla riga.

Al 7° Vacca è punito con un cartellino giallo per aver impedito la pronta ripresa del gioco. Pochi secondi dopo gli ospiti si portano in vantaggio. Su punizione dalla destra, Mirai esce male, la palla termina sui piedi di Pisu che a porta sguarnita non ha difficoltà a insaccare lo 0-1.

I gialloneri rialzano la testa e si rendono pericolosi al 17°: Poddi calcia a giro sul 1° palo al termine di una bella azione, ma spedisce a lato di poco. Dall’altra parte al 19° Milia effettua un altro tiro a giro dalla sinistra dell’area giallonera trovando la risposta di Mirai.

RADDOPPIO MASTROMARINO – L’Atletico preme alla ricerca del pari, e ci va vicino al 23° con una rasoiata di Deiola con la palla che esce sulla destra.

La Gennargentu opera grande pressione su Vacca, e al 24° il centrocampista è indotto all’errore con un retropassaggio all’indietro che involontariamente smarca Sansone davanti a Mirari: il numero 11 biancoverde spreca calciando alto sopra la traversa.

Al 26° Mastromarino semina il panico nell’area giallonera e calcia a rete, ma trova la risposta con i piedi di Mirai. Pochi secondi dopo però succede il patatrac: contatto in area fra Battolu e Milia, l’arbitro non ha dubbi e assegna il calcio di rigore agli ospiti.

Sul dischetto si presenta Mastromarino, che al 27° insacca angolando sulla destra nonostante Mirai intuisca la traiettoria della palla. Rinvigorito dal goal, il numero 9 biancoverde ci riprova al 29° su calcio di punizione dalla destra: Mirai respinge di pugno, rischiando un po’.

Giallo ai danni di Battolu al 31° per un’entrata fallosa su Mastromarino. L’Atletico Cabras tuttavia è in partita e al 35° potrebbe riaprire i giochi con Poddi, che tutto solo nell’area avversaria si fa ipnotizzare da Cannarella e calcia la palla fra le sue braccia da posizione molto favorevole.

Alcune decisioni del direttore di gara cominciano a lasciare perplessi, e al 40° Capitan Deiola riceve un primo giallo per proteste.

Il finale di frazione è tutto di marca giallonera, e al 47° i padroni di casa sprecano un’altra palla-goal. Gran cross dalla destra di Spanu su calcio di punizione, in area Solinas è solo ma calcia al volo debolmente fra le braccia del portiere.

DENTRO ATZORI E CERA, ARREMBAGGIO ATLETICO – A inizio ripresa in evidenza ancora il numero 10 della Gennargentu Milia: volèe da fuori area e parata di Mirai.

Al 50° Mister Casula rompe gli indugi e manda in campo Atzori per Solinas e Cera per Poddi. L’Atletico crede alla rimonta e al 51° proprio Cera ha sui piedi una ghiotta palla-goal.

L’azione in velocità è avviata da Meli, che recupera palla e innesca Deiola. Passaggio filtrante del Capitano per l’inserimento del nuovo entrato Cera che si ritrova a tu per tu con il portiere ma mette fuori.

La sensazione è quella che l’Atletico possa riaprire la gara. Al 53° l’arbitro ammonisce Brendonia per una gomitata ai danni di Floris. Un minuto dopo ci riprova Cera, ma stavolta il suo tiro è deviato in angolo.

Dall’altra parte c’è un’azione personale di Sansone sulla sinistra, e Atzori riesce a metterci una pezza salvando sulla riga.

DOPPIA ESPULSIONE E TRIS IN FUORIGIOCO – Al 59° Mura stende Deiola con un’entrata da censura, ma l’arbitro Ibba di Cagliari concede soltanto il calcio di punizione all’Atletico per poi ammonire un altro giocatore ospite, Mastromarino, per proteste.

Continua a non convincere la direzione di gara al 60°: D. Sanna subisce fallo da un attaccante avversario, l’arbitro però non ferma il gioco salvo poi fischiare fallo in favore della Gennargentu sulla successiva trattenuta del centrale giallonero. D. Sanna protesta e viene ammonito.

A cavallo della mezz’ora della ripresa, favoriti dal nervosismo in campo, gli ospiti si rendono nuovamente pericolosi. A 64° ghiotta occasione per Sansone, che si ritrova a tu per tu col portiere ma Mirai salva. Un minuto dopo è Pisu a provarci dalla distanza, ma il portiere giallonero blocca.

Arriva quindi un doppio cambio per il Mister della Gennargentu: entrano Mulvoni per G. Arangino e subito dopo N. Floris per Sansone.

Al 70° cartellino giallo per Mulvoni, reo di aver allontanato il pallone dopo il fischio dell’arbitro. Lo stesso direttore di gara grazia però alcune entrate molto dure degli ospiti, salvo dimostrarsi inflessibile con i padroni di casa: così arrivano in rapida successione le espulsioni di Capitan Deiola prima (75°) e di D. Sanna poi (80°), entrambe per doppia ammonizione.

Ultimo cambio nelle fila ospiti all’82°, con Marcis che rileva il numero 6 Pisu. Un minuto dopo nell’Atletico entra Loi al posto di Vacca.

Pur in 9 contro 11 l’Atletico continua a spingere e mette in grossa difficoltà gli avversari. All’85° Zucca lancia in verticale Cera, che calcia bene sul primo palo ma trova l’intervento decisivo di Cannarella, che con un colpo di reni riesce a deviare in corner.

Sempre gialloneri all’attacco all’88°: corner dalla destra di Battolu, Zucca arriva sulla palla per il colpo di testa ma colpisce male e non inquadra lo specchio della porta. I padroni di casa devono gioco forza sbilanciarsi e la Gennargentu ha spazi per il contropiede.

Al 92° Mastromarino fallisce la doppietta personale: il numero 9 si ritrova solo davanti a Mirai ma calcia in bocca al portiere. Al 94° l’arbitro non si ravvede di un fuorigioco netto di 3 calciatori della Gennargentu, la palla arriva proprio a Mastromarino che stavolta non ha difficoltà a battere Mirai per il 3-0 finale.

Un minuto dopo un altro fuorigioco non segnalato porta N. Floris a un passo dal poker, ma il portiere giallonero risponde con una super parata.

La sconfitta lascia l’amaro in bocca all’Atletico, che sul piano del gioco ha dimostrato di non essere inferiore agli avversari ma non è riuscito a sfruttare le occasioni create e ha pagato a caro prezzo gli errori difensivi commessi soprattutto nel primo tempo e le sviste arbitrali.

IL TABELLINO

ATLETICO CABRAS-GENNARGENTU DESULO 3-0 (2-0)

RETI: 7′ Pisu, 27′ rig., 94′ Mastromarino

ATLETICO CABRAS: 1 Mirai, 2 Zucca, 3 Meli, 4 Vacca(83° 17 Loi), 5 D. Sanna , 6 Battolu, 7 Solinas(50° 14 Atzori), 8 Deiola, 9 Floris, 10 Poddi(50° 18 Cera), 11 Spanu.

A disposizione: 12 Carta, 13 Matta, 15 Pala, 16 Cuccuru.

All. Casula (squalificato)

GENNARGENTU DESULO: 1 Cannarella, 2 A.Littarru, 3 Frongia, 4 Brendonia, 5 Todde, 6 Pisu(82° 19 Marcis), 7 G.Arangino(66° 16 Mulvino), 8 Mura, 9 Mastromarino, 10 Milia, 11 Sansone (68° 15 N.Floris).

A disposizione: 12 Deidda, 13 Frau, 14 Fulgheri, 18 Littarru G.

ARBITRO: Ibba di Cagliari

AMMONITI: 2 volte Deiola, 2 volte D. Sanna, Vacca, Battolu(A), Mastromarino, Brendonia, Mulvoni(G)

ESPULSI: 75° Deiola per doppia ammonizione, 80° D. Sanna per doppia ammonizione(A).

Paolo Camedda