Tanti pacchi sorpresa dal Babbo Natale dell’Eccellenza. Il bilancio 2019 di Pietro Rudellat

Tanti pacchi sorpresa dal Babbo Natale dell’Eccellenza. Il bilancio 2019 di Pietro Rudellat

24 Dicembre 2019 Off Di Link GuilcerSport

Sotto l’albero di Natale l’ultima di andata dell’Eccellenza Regionale regala sorprese. La più importante è che la Nuorese taglia per prima il traguardo, supera le concorrenti, si isola in vetta alla classifica e si laurea “campione d’inverno” . Attenzione, l’ultima volta che i verdeazzurri conquistarono questo pur platonico titolo festeggiarono in primavera la promozione in serie D. Era la Nuorese di Artedino e Bernardo Mereu. La neo capolista ha festeggiato il primato superando al Frogheri il Bosa per 5 a 2 con la tripletta del bomber Ragatzu.
L’altra sorpresa della domenica arriva da Castiadas dove cade il Carbonia che conosce così la prima sconfitta della stagione perdendo il primato. In vantaggio di due gol i minerari hanno subito il ritorno della formazione di Cotroneo che con un secondo tempo da favola ha travolto Figos e soci. Tripletta per il nuovo acquisto del Castiadas, Fernades. In gol per il Carbonia il neo acquisto Giuseppe Meloni.
Resta agganciata al treno promozione l’Ossese che con un gol di Chelo passa a Olbia sul campo del Porto Rotondo. Prosegue la risalita dell’Atletico Uri che liquida il Li Punti con un secco 3 a 0 e sale a quota 21. Continua, invece, il momento negativo della Ferrini, superata a Gavoi per 3 a 2. Al Taloro fa bene la cura Fadda che conquista la seconda vittoria in quattro gare e accorcia la classifica in coda.
Ricco di gol il confronto fra La Palma e Ghilarza chiuso sul 3 a 3. L’Arbus supera di misura la San Marco con il gol partita di Cosa. 1 a 1 infine fra Kosmoto e Guspini.

BILANCIO DOPO 15 GIORNATE.
Nessuna squadra imbattuta al termine del girone di andata. La serie positiva più lunga è quella del Carbonia, durata 14 gare. I minerari e l’Ossese hanno subito una sola sconfitta, Due le sconfitte della capolista Nuorese, 3 quelle del Castiadas e della Ferrini. Due sole vittorie per il La Palma, fanalino di coda del torneo.Il miglior attacco è quello del Castiadas con 34 gol realizzati, il peggiore quello del La Palma appena 12 gol. La difesa meno perforata è della Nuorese con soli 10 gol subiti, la più battuta invece è quella del La Palma con 35 gol subiti. Il bomber del campionato è Mauro Ragatzu della Nuorese con 13 gol.
In 5 punti (dai 33 della Nuorese ai 28 della Ferrini) sono raggrupate le 5 formazioni che si giocheranno il campionato nel girone di ritorno. Appare oggi difficile che l’Uri (21 punti) possa recuperare terreno e inserirsi quanto meno in zona playoff, ma il calcio ci ha abituato alle sorprese e allora lasciamo uno spiraglio alla formazione di Paba per una rimonta che avrebbe del sensazionale. In coda dai 17 punti del Ghilarza ai 9 del La Palma nessuna formazione può essere considerata fuori dalla zona calda. Si ripartirà il 5 gennaio e il calendario propone immediatamente lo scontro al vertice Nuorese-Carbonia.
Si è chiusa la prima parte della stagione dell’Eccellenza, il massimo torneo isolano. Un campionato che da sempre appassiona e coinvolge piccoli paesi e città importanti. Un campionato dove si lotta per arrivare il serie D e per conservare la categorie. Aspettiamo il girone di ritorno, consapevoli che non mancheranno le sorprese e che ci sarà comunque da divertirsi.

GLI AUGURI!
Nel darvi appuntamento al 2020 auguro un felice Natale a tutti: dirigenti, tecnici, giocatori e arbitri. E soprattutto a chi ci segue e ci legge, nella speranza di fare a tutti voi cosa gradita nel raccontare questo campionato.
Che sia per ognuno un sereno Natale e un felice Anno Nuovo.

Pietro Rudellat