La scomparsa di Serafino Carta: la vita di una persona perbene dedicata allo Sport

La prematura scomparsa di Serafino Carta ha profondamente colpito tutto il mondo dello sport oristanese ma non solo. Era infatti conosciuto anche fuori dai confini provinciali per il suo essere un uomo di sport a 360 gradi. In lutto è tutto il calcio regionale. “A nome di tutto il Comitato Regionale della FIGC, afferma il dirigente Checco Mereu, ricordo Serafino Carta per la sua grande passione e competenza calcistica che ha saputo trasmettere soprattutto a tanti bambini e ragazzi”
Quella di Carta è stata davvero “Una vita dedicata allo Sport” e a questo proposito molto significativo appare ora il riconoscimento consegnato poco più di in anno fa dal CONI di Oristano per la la sua attività sui campi da gioco, con la penna e il microfono, a scrivere e a parlare di Sport.
Sui campi da gioco amava essere considerato preparatore ed educatore, ruolo che esercitava in particolare nella Scuola Calcio SIMBA di Gianfranco Matteoli. Un ruolo da lui particolarmente gradito, legato com’era ai valori fondanti dello Sport che cercava  di trasmettere ai suoi ragazzi con l’esempio. Per lui la pratica sportiva come i risultati si dovevano costruire lentamente e richiedevano tantissimo impegno, dedizione e passione.
Serafino Carta era un  grande conoscitore dello Sport oristanese e non solo e aveva saputo comunicare attraverso la sua attività di giornalista e di cronista radiofonico le “Storie dello sport”. I suoi servizi su Radio Cuore risultavano particolarmente piacevoli ed interessanti e tutti da seguire. Un vero e proprio album dello sport oristanese e isolano, con protagonisti noti e meno noti, vicende antiche e non.

Mancherà a tutti.

Condoglianze alla famiglia da parte di tutta la redazione di GuilcerSport.