Il lunedì della Promozione B. Carlo Arrais suona la carica alla Macomerese: “Domenica con il Posada la partita della vita”

La telefonata del lunedi è oggi a Carlo Arrais, esperto difensore della Macomerese, formazione che attraversa un periodo molto negativo che l’ha portata ad essere invischiata nella zona play out del campionato di Promozione girone B. Una stagione incredibilmente sfortunata se si pensa che solo ieri a Ozieri erano indisponibili tutti insieme ben 11 elementi della rosa fra i quali i due portieri Sechi e Frogheri, Fodde, Fantasia, Scarfò, Ferraro, giocatori che non si regalano a nessuno impunemente.

Carlo, come si spiega che siete passati da essere giudicati prima del campionato come fra le migliori squadre della Promozione e ora vi ritrovate a lottare per la salvezza?
Ti giuro che non so risponderti. E’ un anno dove gira tutto storto.

A Ozieri ieri come è andata? 
Abbiamo dominato per 60 minuti e per colpa di un infortunio del portiere perdiamo immeritatamente per  1-0 come è capitato in tante altre gare.

Ma dall’alto della tua esperienza cosa non va? 
Ripeto, non so che dire, perché diamo l’anima tutte le domeniche.

Come se ne esce da questa situazione? Mancano ancora 8 gare e 24 punti in palio.
Dobbiamo giocare 8 finali alla morte. Spero già da domenica con il Posada, dove dobbiamo avere l’atteggiamento della partita della vita.

I margini per chiudere dignitosamente la stagione ci sarebbero tutti…
Si sì assolutamente e per questo lancio un appello anche ai tifosi perché ci  seguano e sostengano in questo momento non facile.