Il lunedì della 1a Categoria C. La parola ai protagonisti del miracolo Borore: il mister Tore Mastio

Non si esalta troppo neppure davanti all’eccezionale cavalcata del suo Borore che dopo 10 anni riconquista la Promozione. Ma il mister oranese Tore Mastio è fatto così: umile, serio, misurato ma soprattutto lavoratore. Per lui parla il campo, con due stagioni consecutive al primo posto.

Mister si rende conto del grandissimo traguardo raggiunto?
La vittoria di ieri ha praticamente chiuso un campionato per noi fantastico. Penso che la squadra dal punto di vista sportivo abbia fatto qualcosa di incredibile e impensabile alla vigilia del campionato.

Promozione doppiamente importante. Eravate una matricola…
Dopo la vittoria dello scorso anno, i programmi della società erano quelli, se possibile, di centrare una salvezza tranquilla. Avevamo davanti 4/5 squadre attrezzate per fare il salto di categoria (Abbasanta, Santa Giusta, Freccia Mogoro in primis), e altrettante per disputare un campionato tranquillo. Noi eravamo in terza fascia nella lotta per non retrocedere.

E poi cosa è successo?
Siamo partiti in sordina, poi abbiamo centrato 12 risultati utili (con 8 vittorie di fila) e da lì ne è nata la consapevolezza che forse potevamo fare qualcosa di importante.

Un cammino incredibile ricco di record…
Abbiamo prevalso su squadre quotatissime, realizzato il maggior numero di reti, siamo la miglior difesa e contiamo i due capocannonieri del campionato: Michele Fadda con 24 reti ed Eddy Tola con 23. Penso quindi che la vittoria sia ampiamente meritata.