Calcio Promozione B. Pochi spettatori e punti: lo “Scalarba” sta diventando un tabù per la Macomerese

Sarà anche perché sembra di giocare fuori casa talmente sono pochi gli spettatori macomeresi che assistono alle partite, ma la Macomerese di quest’anno sta terribilmente soffrendo le gare interne allo stadio Scalarba. Negli ultimi due match disputati fra le mura ( si fa per dire) amiche, la formazione di Andrea Pia ha rimediato altrettante sconfitte con Bosa e Ozierese pur disputando o buone gare dove però si è raccolto nulla.

Con mister Pia analizziamo il momento della squadra dopo la sconfitta di avantieri.

“Siamo arrivati alla sfida con l’ Ozierese dopo la prova convincente di Olbia consci di dover affrontare un ottima squadra. Il giocare in casa, che ultimamente non si sta rivelando un vantaggio e l’entusiasmo della buona posizione in classifica, non sono serviti a tanto. Siamo scesi in campo rimaneggiati, con una squadra molto giovane e nonostante tutto abbiamo ceduto all’Ozierese solo nei minuti finali. A mio parere abbiamo giocato un primo tempo in maniera equilibrata dove siamo andati in svantaggio in maniera davvero sfortunata. Poi onestamente parlando il secondo tempo, chiarisce il tecnico è stato mediocre, dove siamo stati poco incisivi e disordinati concedendo un po’ troppo agli avversari. Nonostante tutto abbiamo pareggiato e solo un colpo di testa su corner ci ha punito nel finale. Dobbiamo cercare di recuperare energie ed infortunati e lavorare tantissimo per colmare alcune lacune che nei momenti di difficoltà si fanno sentire”.