Calcio Promozione A. L’Arborea batte il “nobile” Selargius e respira aria di metà classifica

Calcio Promozione A. L’Arborea batte il “nobile” Selargius e respira aria di metà classifica

13 Novembre 2017 Off Di Redazione GuilcerSport 2

Qualche stagione fa Arborea e Selargius giocavano in campionati completamente opposti. I cagliaritani in Serie D con mister Vincenzo Fadda, i campidanesi in 1a Categoria. Oggi tutto è cambiato e i ragazzi di Maurizio Firinu si sono tolti la grossa soddisfazione di battere la nobile decaduta e mettere altri 3 punti in cascina con una classifica che inizia decisamente a migliorare.

Ieri i locali hanno ottenuto una vittoria all’inglese sfruttando al meglio il doppio turno casalingo superando, dopo il Quartu 2000, anche il Selargius.
Gran bella gara quella giocata al “G. NERI” fra due squadre ben messe in campo e votate più a costruire che a distruggere il gioco avversario.
Ne vien fuori un 1° tempo all’insegna dell’equilibrio anche in numero di occasioni con una traversa su gran tiro da fuori da parte dei selargini ed una gran ripartenza, sempre degli ospiti, con Carta attento e bravo a neutralizzare la conclusione finale.
Per i padroni di casa ci prova Fogliana di tacco ma il numero uno ospite è attento. Poi è la volta di Paolo Atzeni a calciare dal limite ma è sempre il portiere a dire di no.
Si va al riposo e, come spesso accade ultimamente, l’Arborea riparte con determinazione, mister Firinu non si accontenta del pari e mette dentro Davide Piras, Loru, ed il rientrante Peddoni. Il Selargius soffre sui calci piazzati, ed è proprio dai calci dalla bandierina che arrivano i dolori.
Calcio d’angolo di Paolo Atzeni, la difesa respinge e palla nei piedi di Cicu che non ci pensa due volte e dal limite colpisce la traversa. Ancora un cross dal fondo di Cicu, colpo di testa di Marco Atzeni ed ancora traversa, la palla torna allo stesso attaccante che colpisce ancora di testa, il portiere vola e manda in angolo.

Al 38° il gol: ennesima palla dal fondo in area, questa volta è lunga verso Piras che al volo di collo pieno non lascia scampo in diagonale al difensore estremo.
Il Selargius prova a reagire ma Carta e compagni sono attenti e non soffrono; beati loro perché in tribuna gli orologi della tifoseria locale sembrano fermarsi tutti. Al 94°, in pieno recupero l Arborea alleggerisce verso la metà campo avversaria, Peddoni caparbiamente ci crede e va a prendere una palla che sembrava ormai destinata sul fondo, dribbla secco il diretto avversario e serve a centro area Marco Atzeni che si libera di due avversari si gira, ed in diagonale rasoterra insacca il due a zero.
Triplice fischio. Trionfo, punti pesanti questi.

(Nella foto di copertina Davide Piras).