Calcio, il portiere abbasantese Mattia Murru approda in Eccellenza con il La Palma Monte Urpinu

Calcio, il portiere abbasantese Mattia Murru approda in Eccellenza con il La Palma Monte Urpinu

7 Settembre 2016 Off Di Redazione GuilcerSport 2

Ha esordito domenica scorsa dal primo minuto nella gara di Coppa Italia contro il Castiadas e ora cercherà di conquistarsi sempre di più la fiducia di Mister Antinori. Mattia Murru, di Abbasanta, classe 1997, cerca di ritagliarsi uno spazio importante nel calcio che conta. Ma chi è Mattia Murru? “Ho sempre giocato ad Abbasanta, a parte tre anni al Cagliari presso il centro di Palmas Arborea. A Gennaio 2015 ho fatto metà campionato in Berretti alla Torres, mentre l’anno scorso ero alla Paulese. Sono contento di essere arrivato al La Palma in quanto mi trovo molto bene con la societa, i compagni e il Mister Antinori. Anche se non ho ancora avuto la possibilità di parlare tantissimo con lui, è una grande persona oltre che un grande conoscitore di calcio. Il fatto che sia al decimo anno sulla stessa panchina, lo dimostra”.

Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione e nel calcio in generale?

“Non ho un vero e proprio obiettivo nel calcio se non puntare il più in alto possibile, dando sempre il 110%, perché il lavoro paga sempre che sia subito o che sia più in là”.

Il tuo giudizio sul campionato di Eccellenza e dove potete arrivare voi?

“Non conosco benissimo il campionato di Eccellenza, ma vedendo la squadra, penso che potremo fare veramente bene e toglierci qualche soddisfazione. Siamo “quotati” dietro le corazzate Atletico Uri, Tortolì e Castiadas, ma Domenica abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti e quindi ci proveremo fino in fondo”.

Di Mattia, da un giudizio positivo anche l’esperto difensore del La Palma Pierluigi Porcu. “Di sicuro, dice, ha margini di miglioramento e può crescere ancora sopratutto nel gioco con i piedi. Però è un ragazzo serio e capace e sicuramente avendo al suo fianco un portiere esperto e preparato come Gigi Sanna può solo migliorare e togliersi delle soddisfazioni”.

In bocca al lupo allora a Mattia per il campionato e soprattutto per i suoi studi universitari.

S.C.